Storia

Non è sempice scrivere la storia del Trofeo Ciclistico Piovese. Non è semplice perché la storia è una storia lunga più di 40 anni. Nato nel 1978 come una serie di gare clandestine, il Trofeo Ciclistico Piovese è diventato, anno dopo anno, il più prestigioso trofeo di ciclismo su strada del Veneto, oltre che il più longevo d’Italia.

La prima gara della storia

A volte, si sa, le storie sono avvolte da una sorta di alone mitico; soprattutto le belle storie: di queste, le radici scavano giù, giù, giù in profondità fino ad elevarsi alla leggenda. E questo è proprio il caso della storia del Trofeo Ciclistico Piovese.

La prima gara fu organizzata nel 1978 nel Comune di Arzergrande: tra gli organizzatori la “voce” che più di tutte ha fatto la storia del Trofeo Ciclistico Piovese: Luigi Toson.

Tutto era pronto in quella domenica di oltre 40 anni fa: i corridori erano già schierati sulla linea di partenza quando, a pochi minuti dal via è una pattuglia di carabinieri a bloccare tutte le procedure: loro non erano stati avvertiti; la gara doveva essere sospesa.

Fu provvidenziale, a quel punto, l’intervento dell’allora Sindaco di Arzergrande (Cavalletto) il quale si fece carico della responsabilità della gara e permise a questa di prendere il via. Risultato? Fu denunciato dai carabinieri, e insieme a lui fu denunciato anche chi la manifestazione l’aveva organizzata – ovvero Luigi Toson.

La vittoria in tribunale

Furono portati davanti ad una giuria, Toson e Cavalletto, e vi si presentarono difesi dall’Avvocato Bettiol: vinsero la causa. Fu una sentenza storica che ebbe una larghissima eco nei giornali di allora dato che questo caso fece giurisprudenza: quella sentenza stabilì che da allora in avanti i sindaci avrebbero potuto godere di maggiori poteri rispetto a quelli di cui avevano goduto fino a quel momento.

Un trofeo clandestino che ha compiuto 40 anni

logo del trofeo ciclistico piovese
Il logo celebrativo per la 40^ edizione del Trofeo Ciclistico Piovese

Ora, dopo 40 anni di storia, il Trofeo Ciclistico Piovese è il trofeo di ciclismo su strada più prestigioso del Veneto, ma ci fu un tempo in cui non era voluto; il Trofeo Ciclistico Piovese era addirittura osteggiato e per questo motivo le gare venivano organizzate clandestinamente, di nascosto, la domenica pomeriggio.

Le “gare chiuse” non si potevano fare a quel tempo, ma il Trofeo Ciclistico Piovese necessitava di una “struttura”. Ecco che Toson, insieme a Bruno Coccato, imbracciarono la causa contro la Federazione che si opponeva a questa manifestazione.

La stessa Federazione era convinta che questo torneo fosse sparito, per poi doversi ricredere quando uno dei suoi rappresentanti fu invitato alla festa dei primi 10 anni di storia del Trofeo Ciclistico Piovese.

Il Trofeo Ciclistico Piovese era ormai nato.